Il sito Political24.it utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata, per rendere più agevole la navigazione,garantire la fruizione dei servizi e se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Ultime News:

Nuovo ospedale di Vibo, indette le conferenze dei servizi

Indette le Conferenze dei servizi per l’acquisizione dei pareri sui progetti definitivi del nuovo ospedale di Vibo Valentia e degli interventi di sistemazione idrogeologica e di sistemazione della viabilità d’accesso. Il delegato del Presidente Mario Oliverio per le politiche sanitarie regionali Franco Pacenza ed il direttore generale del Dipartimento presidenza Domenico Pallaria, in qualità di responsabile del procedimento, comunicano che lo scorso 31 ottobre, la Regione Calabria ha indetto la Conferenza di servizi decisoria per l’acquisizione delle autorizzazioni e dei pareri necessari all’approvazione del progetto definitivo del nuovo ospedale di Vibo Valentia.
Nella stessa data, l’Ufficio del commissario straordinario, delegato per la mitigazione del rischio idrogeologico nella Regione Calabria, ha indetto la Conferenza dei servizi per l’acquisizione delle autorizzazioni e dei pareri necessari all’approvazione dei progetti definitivi dei due interventi “ripristino dell’officiosità idraulica del Fosso Calzone - intervento di sistemazione idrogeologica del fosso Rio Bravo-Calzone e di raccolta delle acque bianche ai fini della realizzazione del nuovo ospedale di Vibo Valentia” e “opere stradali, relative alla viabilità d'accesso al Nuovo Ospedale di Vibo Valentia”. I due interventi complementari sono strettamente connessi dal punto di vista tecnico, esecutivo e della programmazione temporale, in quanto le opere di sistemazione idrogeologica sono previste, nella parte più a monte, proprio in fregio alla viabilità di accesso al nuovo ospedale e necessitano di opere di raccordo per la raccolta delle acque di piattaforma; ai fini dello sviluppo del successivo livello di progettazione esecutiva, è necessario procedere con la progettazione integrata dei due interventi. Secondo Franco Pacenza “la consegna dei progetti definitivi del nuovo ospedale di Vibo Valentia e dei connessi interventi complementari di sistemazione idrogeologica e di sistemazione stradale rappresenta un passaggio importante nel laborioso e faticoso procedimento di realizzazione del nuovo nosocomio.
L’impegno assunto presso la Prefettura di Vibo Valentia – ha specificato Pacenza -, nel corso del tavolo tecnico del 28 settembre scorso, di indire le Conferenze di servizi entro il mese di ottobre è stato mantenuto. Confidiamo nell’assicurazione, dichiarata in quella stessa sede, da parte del Concessionario e dei progettisti di procedere sollecitamente all’elaborazione della progettazione esecutiva degli interventi, per poter confermare l’inizio dei lavori entro il prossimo mese di gennaio 2018”.
Il dirigente regionale del settore edilizia sanitaria Pasquale Gidaro chiarisce “che la Conferenza di servizi relativa alla realizzazione del nuovo ospedale è stata indetta ai sensi della L. 241/90, innovata lo scorso anno dalla Riforma Madia, in modalità semplificata ed asincrona; la prima ed unica seduta della Conferenza di servizi è convocata per il giorno 30 novembre 2017, nella sede della Cittadella regionale, per l’illustrazione del progetto definitivo; le Amministrazioni e gli Enti invitati a rilasciare pareri avranno 90 giorni per trasmettere, per via telematica, le proprie determinazioni sul progetto del nuovo ospedale. Tempi più ristretti sono previsti, invece, per la chiusura della Conferenza di servizi per gli interventi di sistemazione idrogeologica e stradale; in forza dei poteri di accelerazione attribuiti dalla normativa vigente, è stata programmata la relativa seduta della Conferenza di servizi, per il giorno 7 novembre 2017, negli Uffici della struttura commissariale in Viale Europa a Germaneto, per l’illustrazione dei due progetti definitivi; le Amministrazioni e gli Enti invitati a rilasciare pareri avranno 14 giorni per consegnare o trasmettere le proprie determinazioni sui progetti degli interventi complementari”. 

Ultima modifica ilVenerdì, 03 Novembre 2017 16:05