Il sito Political24.it utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata, per rendere più agevole la navigazione,garantire la fruizione dei servizi e se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Minacce al sindaco Falcomatà - REAZIONI

Un foglietto anonimo con minacce di morte al sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, è stato affisso a Palazzo San Giorgio, sede del Comune. E' quanto scrive oggi la Gazzetta del Sud. Il fatto accaduto ieri è stato denunciato alle forze dell' ordine che hanno avviato le indagini. Sul foglio minatorio ignoti hanno scritto "Falcomatà ridacci l'acqua o sei un uomo morto" con riferimento alla crisi idrica di cui soffre la città di Reggio Calabria. Sull'episodio, riporta il quotidiano, il sindaco Falcomatà che ieri è stato regolarmente in Comune non ha inteso fare commenti o rilasciare dichiarazioni. 

Magorno: "Minacce non fermeranno impegno di Falcomatà" 
"La nostra vicinanza a @g_falcomata. Le minacce ricevute non fermeranno il tuo impegno. #Noncipieghiamo". Cosi' su Twitter il deputato del Pd, Ernesto Magorno, segretario del Pd Calabria, esprime solidarietà al Sindaco di Reggio Calabria

Irto: "Falcomatà continuerà a svolgere il suo compito senza condizionamenti"
“Condanno il messaggio minatorio indirizzato al sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà. Si tratta dell’ennesimo tentativo di intimidazione, dal contenuto spregevole, nei confronti del primo cittadino che sta compiendo ogni sforzo per far fronte ai problemi atavici del territorio che amministra”.  Lo afferma il presidente del Consiglio regionale della Calabria, Nicola Irto, che prosegue: “Sono certo che Falcomatà continuerà a svolgere senza condizionamenti il difficile compito a cui è stato chiamato dai reggini. Non posso non osservare quanto sia diventato difficile il ruolo degli amministratori pubblici in Calabria, dove assistiamo a uno stillicidio quotidiano di episodi di diversa gravità, ma accomunati da una crescente e inaccettabile ostilità nei confronti delle istituzioni e di chi le rappresenta”.​

Ultima modifica ilSabato, 09 Settembre 2017 12:17