Il sito Political24.it utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata, per rendere più agevole la navigazione,garantire la fruizione dei servizi e se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Ultime News:

Asp Reggio Calabria, D'Agostino: "Manca il personale infermieristico e tecnico necessario a garantire i Lea"

“Nei mesi scorsi ho criticato i Decreti assunzionali 31 e 32 /2018 che hanno mortificato l’ASP di Reggio Calabria ma oggi, per coerenza, devo dare atto della bontà del nuovo decreto del Commissario ad acta ing. Scura”. Lo dichiara il Consigliere regionale Francesco D’Agostino (Oliverio Presidente) in merito al decreto 55/18. 
“L’atto restituisce finalmente una parvenza di funzionalità in sanità  – prosegue D’Agostino - dopo anni di sacrifici e di sofferenza del personale e dei cittadini, nella nostra provincia. Dico una parvenza, perché il nuovo personale autorizzato non potrà, da solo, sopperire alle carenze strutturali e logistiche in cui versano le strutture ospedaliere della nostra provincia. Mi riferisco ad esempio alla TAC “128 slices” che doveva essere acquistata per sostituire la “64” oramai obsoleta  e continuamente guasta che si trova a Polistena, e ancora alle tre risonanze magnetiche che dovevano essere istallate nei presidi di Locri, Polistena e Melito ancora non pervenute. E questi sono solo alcuni esempi”. 
Ma ritornando al Decreto 55/18, che complessivamente autorizza nuove assunzioni per 14 Strutture Complesse Mediche ( Primari ), di cui cinque a Locri (Medicina, Urologia, Riabilitazione, Oncologia e Direzione di Presidio), cinque a Polistena (Ostetricia,  Psichiatria, Cardiologia, Chirurgia, Direzione di Presidio), uno a Melito (Chirurgia) e tre a Gioia Tauro (Medicina, Camera Iperbarica e Chirurgia), e 37 Medici nei vari reparti, per Francesco D’Agostino: “dobbiamo ancora una volta far notare l’assenza di personale infermieristico e tecnico necessario a garantire i LEA. Speriamo che questo ultimo gap venga al più presto recuperato e passiamo la palla al D.G. Brancati. Adesso non ci sono più scusanti, la macchina amministrativa dell’ASP deve correre e procedere con celerità avviando le procedure assunzionali ed indicendo i concorsi da effettuarsi in loco”.

 

Ultima modifica ilVenerdì, 16 Febbraio 2018 11:47