Il sito Political24.it utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata, per rendere più agevole la navigazione,garantire la fruizione dei servizi e se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Ultime News:

Lamezia Terme, De Biase: "Una città che deve lottare contro tutto e tutti"

Riceviamo e pubblichiamo nota del presidente del Consiglio di Lamezia Terme, Salvatore De Biase:

"Una città che deve lottare contro tutto e contro tutti. Una città che anche con la conclamata fusione di Corigliano-Rossano, perde anche il simbolico primato di terza città della Calabria. Area centrale, così definita, ma solo perché bersaglio di chi è pronto a fargli del male, con espoliazioni, privazioni, negazioni. Eppure è abitata da una stragrande maggioranza di cittadini onesti, che non prevalgono mai, di contro punita per i pochi del malaffare, che ancora una volta la fanno risultare e timbrare di mafiosità generalizzata.  Per due  volte subisce lo scioglimento conclamato e  una volta ipotizzato. Povera Lamezia, da tutti definita 'una bella donna, ma nessuno se la sposa'.
Nel frattempo però, i proclami, del suo sviluppo, cozzano con la disoccupazione di padri, figli e nipoti che avanzano; l'agricoltura con le storiche cantine sociali, assieme all'enopolio, smantellate, il commercio, reso marginale, ingessata L!area industriale, in attesa sempre di un porto, con uno zuccherificio emblematicamente riferimento industriale non più considerato, così come una sanità d'avanguardia resa marginale e catanzaresizzata.
Una città insomma, sempre illusa, in attesa, che deve rincorrere il suo sviluppo, che vede sfuggire e fallire le sue carceri, con le promesse sempre mancate, con un aeroporto da occupare e magari governare, da manine straniere, con un tribunale forse ancora a rischio, le Terme che le danno solo il nome, ma non affiancate e portate verso un massiccio sviluppo e per la parte Comunale, rappresenta dalla "frequentata gurna".
Il mare ? mai una risorsa, la povertà che dilaga, come l'emigrazione. A fronte di tutto ciò, che succede?? Attoniti e amareggiati, ci si incammina verso un probabile scioglimento!"

Ultima modifica ilGiovedì, 26 Ottobre 2017 17:47