Il sito Political24.it utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata, per rendere più agevole la navigazione,garantire la fruizione dei servizi e se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Inclusione scolastica: prioritario per la Regione tutelare gli studenti con disabilità

All'indomani dell’inizio dell’avvio dell'anno scolastico nella nostra Regione è opportuno rendere note le azioni messe in campo dal Governo Regionale del Presidente Oliverio a favore dell’inclusione degli alunni con disabilità. Il 20 Giugno scorso, infatti, la giunta regionale ha deliberato il piano del diritto allo studio per l’annualità 2017/2018 con un forte investimento a favore dell’inclusione: per l’annualità 2017 la giunta ha deliberato l’attribuzione del 50% del fondo che la legge regionale finalizza ai servizi  per il diritto allo studio, dando inoltre la possibilità di utilizzare le economie relative agli anni precedenti. Sono stati diversi, infatti, i comuni e le istituzioni scolastiche che hanno avviato il servizio di assistenza specialistica all’autonomia e alla comunicazione nei successivi anni scolastici, rispetto ai contributi erogati per le annualità 2015 e 2016. Nello specifico, sarà assegnato un contributo di massimo € 800,00 per ogni alunno disabile certificato esclusivamente per le spese relative all’assistenza specialistica. Possono essere erogati altri contributi finalizzati all’acquisto di sussidi didattici per l’integrazione alunni con disabilità grave e con disturbi dell’apprendimento.

Per quanto riguarda il trasporto degli alunni con disabilità, nonché l’assistenza all’autonomia e comunicazione per gli alunni frequentanti le scuole del secondo ciclo di istruzione, lo scorso 14 luglio l’Assessore alla Pubblica Istruzione Federica Roccisano e la dott.ssa Anna Perani, dirigente del settore Pubblica Istruzione, hanno incontrato le province e la Città metropolitana di Reggio Calabria ribadendo la volontà, già manifestata formalmente, di rinnovare la convenzione sottoscritta l’anno precedente con la quale veniva delegata alle province ed alla città metropolitana di Reggio Calabria la gestione dei predetti servizi, garantendone la copertura finanziaria.