Lino Guanciale, soffre di un bizzarro disturbo: la confessione disarmante

0
632

Lino Guanciale è uno dei nostri attori più talentuosi che, ancora giovane, si è distinto su grande e piccolo schermo. Si divide brillantemente tra cinema, teatro e televisione. Ha un disturbo piuttosto particolare. Di cosa si tratta?

lino guanciale tica -political24
Lino-Guanciale-Political24

 

Lino Guanciale è un bravissimo interprete che ha partecipato a tanti show di successo.

Di recente ha finito di girare le sue scene per una serie tv intitolata Noi, remake della fortunata e pluripremiata fiction statunitense This Is Us in cui lui veste i panni del capofamiglia Pietro, ruolo che in America è interpretato da Milo Ventimiglia. La storia ruota intorno alle vicende dei vari componenti della famiglia, abbracciando 30 anni di storia italiana. Ma di quale disturbo soffre?

Lino Guanciale, dagli spettri al suo strano problema

Nel 2005 Lino Guanciale è stato diretto da Gigi Proietti nello spettacolo teatrale Romeo e Giulietta. Quattro anni dopo ha fatto il suo esordio al cinema con Io, Don Giovanni, di Carlos Saura. L’anno seguente, invece, è stato quello di Vallanzasca – Gli Angeli del Male di Michele Placido. La sua innata bravura lo porta anche a far parte del cast di To Rome with Love di Woody Allen. La sua ultima apparizione al cinema risale a due anni fa con La freccia del tempo di Carlo Sarti.

Per quanto riguarda invece le serie tv è stato visto in Che Dio ci aiuti per un totale di 40 episodi, in Non dirlo al mio capo dal 2016 al 2018 e nell’ultima: Il commissario Ricciardi di cui sono già andati in onda 6 episodi e in cui lui aveva il ruolo del protagonista, un uomo in grado di percepire gli spettri delle vittime di morte violenta. Di che cosa soffre esattamente?

Grazie al suo problema lavora meglio

Nel corso di un’intervista con Tv Sorrisi e Canzoni Lino Guanciale ha ammesso di essere pieno di tic, ne ha usati alcuni per sfaccettare meglio uno dei personaggi a cui ha dato vita, come lo scorbutico avvocato Enrico Vinci. Prima di girare una scena, l’attore schiocca schiocca le dita come il personaggio che interpreta quando è nervoso.

LEGGI ANCHE—> Arisa, l’ossessione che le ha stravolto la vita: pentita di averlo fatto

LEGGI ANCHE—> Marco Mengoni, ha un ‘disturbo’ psicologico | La tremenda rivelazione

Il suo disturbo, però, non si ferma qui, perché quando è il suo turno di essere nervoso deve compiere gli stessi gesti in numero pari. Prima di girare invece deve ripetere una frase per 13 volte, cioè il numero della maglia che indossava quando giocava a rugby da ragazzino. “Mi porta fortuna” ha dichiarato, spiegando che quello sport l’ha aiutato ad acquisire maggior sicurezza in se stesso.

guanciale disturbo -political24

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here