Violante Placido, scomparsa dalla televisione: cosa le è successo

0
667

Di Violante Placido si sa che è un’artista a 360°, che ama il mondo del cinema e anche quello musicale. Figlia d’arte, ha deciso di seguire le orme dei genitori, costruendosi una carriera basata sul talento. Eppure cercare notizie aggiornate su di lei non è così semplice. Sapete perché?

Violante-Placido-chefinehafatto-political24
Violante Placido-Political24

Violante Placido, classe 1976, nasce a Roma sotto il segno del Toro da genitori entrambi famosi in ambito cinematografico. Il padre, Michele Placido, attore e regista, la mamma, Simonetta Stefanelli, attrice pure lei, le trasmettono l’amore per il set. E le esperienze sul campo, per lei, iniziano presto. Il suo esordio, infatti, è del 1993, in Quattro bravi ragazzi, di Claudio Camarca, neanche a dirlo, accanto al padre.

Poi arrivano le pellicole di successo, Jack Frusciante è uscito dal gruppo, L’anima gemella, Gli indesiderabili, The American, per nominarne solo alcune. Diventa protagonista della serie “Transporter“. L’esordio nel mondo musicale, invece, è del 2006, con lo pseudonimo Viola. Ha un figlio, Vasco, nato nel 2013 dalla relazione con il regista Massimiliano D’Epiro.

Che fine ha fatto allora? L’attrice, figlia di Michele Placido, è indubbiamente un’artista dal grande talento e, per di più, eclettica. Oltre che nel cinema, per cui ha lavorato anche accanto a nomi di grido del panorama internazionale come, per dirne uno, George Clooney, Violante Placido ha all’attivo una carriera musicale di successo. E allora, quali saranno i suoi prossimi progetti? E perché sembra di lei si parla poco?

Violante Placido, scomparsa dalla tv ma…

Verrebbe da chiedersi cosa stia facendo in questo momento Violante Placido. Non è certo uno di quei nomi che dominano le cronache mondane. Occorre dire che con l’emergenza sanitaria si è spento anche un po’ il mondo degli eventi. Eppure, spulciando un po’ più in profondità, è possibile trovare qualche notizia recente su di lei. Intanto, si scopre  che ha un profilo Instagram aggiornato e che si presta ad iniziative dal valore culturale e sociale, come la causa, per dirne una, contro l’omotransfobia.

Ma scavando ancora più nel suo profilo, si scopre che la figlia di Michele Placido non si limita a essere un’artista eclettica e impegnata, ma è anche propensa alla ricerca dell’innovazione, proprio in campo cinematografico. Ha, infatti, preso parte a un progetto originale, un cortometraggio transmediale di Diego Botta dal titolo “Revenge Room”, una produzione One More Pictures con Rai Cinema.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Violante Placido (@violante.placido)

LEGGI ANCHE —> Antonella Elia, spunta una foto clamorosa: è da rimanere basiti

LEGGI ANCHE —> Ezio Greggio, la fidanzata è una ex di Uomini e Donne | Chi è la 27enne

Un modo alternativo di concepire la visione cinematografica, di tipo immersivo, peraltro su temi di scottante attualità, come la vendetta attuata alla fine di una relazione da uno dei due partner nei confronti dell’altro attraverso la diffusione di materiale privato online o sui canali social, il cosiddetto revenge porn. L’angolazione, però, è originale e il pubblico è anche quello dei millennials. Violante Placido, insomma, è attiva più che mai in campo culturale. Non esattamente il tipo di notizie, probabilmente, privilegiate dal mondo del gossip ma degne sicuramente di nota e di ammirazione per l’impegno su temi complessi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here