Messina Denaro arrestato nell’Operazione Tramonto | La commovente storia dietro

0
88

Il 2023 si è aperto con l’arresto di Matteo Messina Denaro. L’operazione che ha portato alla sua cattura si chiama Tramonto: ecco il motivo

Una notizia incredibile ha scosso gli animi di tutti gli italiani, alle prime ore di lunedì 16 gennaio: Matteo Messina Denaro è stato arrestato. Il blitz, che ha coinvolto moltissimi uomini delle forze dell’ordine, ha messo fine alla sua lunghissima latitanza: oggi si trova in carcere, nelle Marche.

Matteo Messina Denaro
Matteo Messina Denaro, arrestato con l’Operazione Tramonto (political24.it)

Il boss, l’ultimo degli stragisti degli anni Novanta e Duemila, si trovava a Palermo in una clinica privata dove, da tempo, si recava per ricevere le cure. Matteo Messina Denaro, infatti, è gravemente malato e, proprio per consentirgli di continuare le terapie, è stato portato in un carcere attrezzato per questo tipo di esigenze.

L’operazione che ha portato alla sua definitiva cattura ha preso il nome di “Operazione Tramonto“. La motivazione è importante e vi farà commuovere: ecco la storia che cela questo nome.

“Operazione Tramonto”: il tributo a Nadia Nencioni

L’Operazione Tramonto è stata quella che ha portato al definitivo arresto di Matteo Messina Denaro, boss mafioso in latitanza da ormai più di trent’anni e considerato colpevole di decine di omicidi, tra cui quello dei giudici Falcone e Borsellino. Il nome di questa operazione è stato scelto come omaggio a una delle più giovani vittime di mafia, Nadia Nencioni. La piccola, di 9 anni, il 27 maggio 1993 si trovava in auto con i genitori Fabrizio e Angela e la sorellina di 50 giorni: proprio quel giorno, in via dei Georgofili a Firenze, un’autobomba distrusse e spense per sempre le loro vite.

Poesia di Nadia Nencioni
“Il tramonto”, la poesia che ha ispirato il nome dell’operazione (political24.it)

Qualche giorno prima dell’autobomba che pose la parola fine sulla sua giovanissima vita, Nadia aveva scritto una poesia, intitolata “Tramonto. “Il pomeriggio se ne va / il tramonto si avvicina / un momento stupendo / il sole sta andando (a letto) / È già sera, tutto è finito“. A commentare la scelta del nome dell’Operazione che ha portato alla cattura di Messina Denaro è Luigi Dainelli, zio di Nadia: “Non so dire se qualcuno di loro, dei carabinieri, scegliendo la parola Tramonto abbia voluto ricordare le bambine (…) o se si sia voluto anche interpretare qualcosa di più, forse pure il tramonto personale del boss Matteo Messina Denaro che viene segnato dal suo arresto“.

La poesia Tramonto, scritta da Nadia quando aveva solo nove anni, è ancora oggi conservata con cura e viene riprodotta periodicamente, per raccontare la sua vicenda nelle scuole di tutta l’Italia.