Madame a cuore aperto racconta perché non s’è vaccinata | Non come Djokovic

0
156

Dopo giorni di silenzi e ipotesi, Madame ha deciso finalmente di raccontare sui social come stanno le cose e perché per tutto questo tempo abbia deciso di non vaccinarsi. Il problema, però, è un altro e la cantante lo sa più che bene.

Dopo la notizia del green pass falso di Madame e della conseguente falsa vaccinazione, attorno alla cantante si era creato quasi un sacro momento di attesa e non tanto, o perlomeno non solo, per sapere il perché del suo rifiuto al vaccino, ma piuttosto per capire da che parte della barricata stesse, insomma quale fosse la sua fazione se vax o no vax convinta.

Madame
Madame, confessioni sul vaccino (political24.it)

Eppure, sia da una parte che dall’altra, le giustificazioni di Madame hanno deluso. Nessuna presa di posizione o argomentazione pseudoscientifica che giustificasse il suo rifiuto, solo scuse un po’ raffazzonate e racconto di paure primordiali dovute alla sua infanzia e alla sua educazione che spostano l’attenzione senza mai andare dritti al punto però. Il problema, diciamo, non è la scelta discutibile ma legittima di non volersi vaccinare, ma di aver finto di averlo fatto, usando addirittura un green pass falso e commettendo così un reato.

Ma non solo. Proprio perché non era vaccinata, la cantante poteva costituire un pericolo per sé e per gli altri nel caso di contagio. Insomma, la paura di vaccinarsi era più forte di quella di contrarre il Covid che sappiamo bene come, soprattutto durante la prima ondata, non sia stato di certo un virus così clemente e bonario, allora non se ne parlerebbe ancora oggi e non si sarebbero attuate per due anni tutte misure di tutela e anche costrizione volte a evitare la diffusione del contagio. Ma cosa ha detto nello specifico Madame?

Madame e la paura del vaccino

“Sono nata e cresciuta in una famiglia che per vari motivi ha iniziato a dubitare dei medici e della medicina tradizionale spingendosi su ricerche alternative”, ha spiegato Madame su Instagram confessando come in realtà lei non abbia neanche altri vaccini. I genitori, infatti, hanno sempre cercato di curare la figlia come metodi naturali ricorrendo poco o niente a cure classiche, tranne in alcuni casi in cui è stata costretta a usare antibiotico e cortisone.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MADAME (@sonolamadame)

Il discorso, però, ora si complica: i genitori della cantante, infatti, sarebbero stati facili prede del complottismo no vax che ha impattato anche la figlia, la cui scelta sarebbe stata fingere che il problema non ci fosse ignorando sia virologi che convinti detrattori, tra questi anche i genitori. Solo dopo tanto tempo, però, e quando il peggio è passato, la cantante si sarebbe documentata per saperne di più e fin qui, proprio come dicevamo prima, più che legittimo.

Peccato che la ricerca spasmodica di una risposta da parte della scienza coincida proprio col momento esatto in cui Madame scopre di essere indagata: “Questa situazione mi urla in faccia che devo fare una scelta, prendere coraggio e fare la mia ultima mossa” e così non può fare molto se non “completare tutte quelle necessarie per me e utili per gli altri”.

Sulla situazione green pass e false vaccinazioni la cantante, però, non si espone, si apprezza quantomeno però il racconto sincero di un ragazza di 20 anni che, impaurita, ha deciso di non vaccinarsi, senza diventare paladina dei no vax, a differenza Novak Djokovic che proprio per le sue posizioni da antivaccinista convinto non ha partecipato agli Open in Australia.

Articolo di Karola Sicali