Sondaggi politici fine 2022, la Meloni vola e gli altri annaspano | Chi fa peggio?

0
175

Il 2023 si chiude in bellezza per Giorgia Meloni, che chiude in ottima posizione nei sondaggi. Tra alleati ed avversari, però, c’è chi va molto giù

Con le elezioni politiche del 25 settembre, gli italiani hanno espresso la propria preferenza e al governo è salita Giorgia Meloni con Fratelli d’Italia, diventando la prima Premier donna in assoluto nel nostro paese. Nonostante alcune opinioni contrarie nei primi giorni, a distanza di tre mesi i sondaggi la danno ancora tra i preferiti. Ecco, invece, chi cala di netto.

Giorgia Meloni
Giorgia Meloni, sondaggi di fine anno (political24.it)

Non sono mancate retromarce e inciampi, in questi primi tre mesi di governo Fratelli d’Italia. La manovra di bilancio, infatti, ha teso parecchie trappole al governo, una su tutte quella del limite al pagamento tramite carta che è stata annullata direttamente dalla Commissione Europea.

Nonostante qualche scivolone, però, i sondaggi la eleggono ancora come la preferita e, in questi tre mesi, non ha perso praticamente neanche un punto. Diversa la situazione per la sua concorrenza: ecco chi va male.

Sondaggi di fine anno: crisi per il PD

Se a settembre l’indice di gradimento per l’esecutivo era di 55 punti, oggi è sceso solo a 54: segno di una grande tenuta per chi oggi si trova a guidare l’Italia. Lo stesso si può dire di Giorgia Meloni che, addirittura, di punto non ne ha perso nemmeno uno: è rimasta stabile a 58. Diversa, invece, la questione per gli altri partiti.

Enrico Letta
Enrico Letta, il PD perde punti (political24.it)

Il Movimento 5 Stelle consolida il suo secondo posto con un buon 17.6% di gradimento, mentre il Partito Democratico si attesta al 16,3% con una grande flessione di -0.9%. A crescere leggermente è invece la Lega, che conquista un + 0.5% con il 7.8% di gradimento, mentre Azione con Italia Viva sorpassa Forza Italia, che cala di -0.6% ottenendo solo un 6.2% di gradimento.

Nel complesso, quindi, il centrodestra si mantiene del tutto stabile rispetto a settembre, ottobre e novembre e ottiene ben il 46.8% delle preferenza. Il centrosinistra, invece, cala complessivamente di -1.4% e scende al 22.1%, perdendo 4 punti percentuale rispetto ai dati delle elezioni politiche.

Per quanto riguarda i leader, Giuseppe Conte si conferma al primo posto con un indice di gradimento di 32. Al secondo posto Matteo Salvini con 27, Silvio Berlusconi con 24 e Carlo Calenda con 22, in crescita rispetto a novembre. A calare, invece, sono Fratoianni che perde 3 punti e Bonelli, che ne perde 2. Il governo in carica, quindi, si mantiene saldo non solo dal punto di vista politico ma anche da quello popolare: gli elettori stanno apprezzando ciò che sta facendo e questo è in assoluto un buon segno, per la stabilità del paese.