La prova del cuoco, che fine faceva il cibo cucinato in tv | Non è come te l’aspetteresti

0
446

Che fine fa il cibo in trasmissioni come La Prova del cuoco? Tutto buttato? La questione dello spreco riguarda un po’ tutti i programmi che trattano tematiche culinarie, ma la risposta potrebbe stupire. Andiamo a scoprire cosa accade dietro le quinte dopo la puntata e che fine fanno gli alimenti utilizzati o cucinati.

La prova del cuoco cibo Political24
La prova del cuoco – Political24

 

Una delle domande che maggiormente si fanno i telespettatori riguarda il cibo che viene consumato, cucinato o esposto nelle trasmissioni che si occupano della tematica come La prova del cuoco. Sarebbe davvero un peccato sapere che si butta via tutto. Gli sprechi alimentari sono una delle questioni più avvilenti dei tempi attuali: non è eticamente accettabile che si butti via del cibo laddove altrove vi sono gravi disagi.

Ovvero persone, in Italia come in molte altre parti del mondo – che non sanno come mettere insieme il pranzo con la cena. Ecco che allora le trasmissioni come La prova del cuoco o Masterchef si attrezzano come possono, senza far scadere la qualità del programma ma avendo, contemporaneamente, un approccio moralmente accettabile nei confronti della tematica. Vediamo allora di capire cosa se ne è fatto nel programma Rai.

La prova del cuoco, a ora di pranzo… si mangia!

Ovviamente anche gli operatori e coloro che lavorano dietro le quinte di un programma devono, prima o poi, andare a pranzo. E se questo è già pronto, tanto meglio. In una trasmissione come La prova del cuoco, peraltro, tra profumi vari, l’acquolina in bocca è garantita a chiunque lavori dietro le quinte.

La prova del cuoco, nello specifico, come denominazione non esiste più: ora, sempre con la sapiente conduzione di Antonella Clerici, c’è il programma È sempre mezzogiorno, ma la sostanza non cambia e il format è simile. Cosa accade al cibo? A ora di pranzo viene consumato dagli operatori. E anche la conduttrice, talvolta, mangia qualcosa. Dal momento che le regole in Rai sono sempre le stesse, vien da pensare che, tra un programma e l’altro, non cambi nulla da questo punto di vista.

La prova del cuoco Clerici Political24

Questo per quanto riguarda il cibo cucinato o regalato alla trasmissione, che sia, ovviamente, integro. Invece, la merce in esposizione viene riportata via dal produttore, avendo avuto, appunto, solo lo scopo di stare in mostra a vantaggio del telespettatore. Tutto questo è emerso in un approfondimento dedicato al tema specifico sul quotidiano Il Giornale con un confronto tra le varie trasmissioni in cui si tratta di cibo.

LEGGI ANCHE —> MasterChef, svelato finalmente dove finisce il cibo avanzato: la verità che non ti aspetti

Sprechi? No grazie

Ogni programma cerca di organizzarsi, rispettando le regole del caso, più o meno stringenti. C’è chi fa beneficenza, c’è chi si preoccupa che neppure una briciola finisca ai telespettatori in studio – parliamo di epoche precovid – per timore che qualcuno possa sperimentare disagi di vario tipo e la produzione sarebbe chiamata a risponderne.

LEGGI ANCHE —> Primo Appuntamento, i dipendenti sono attori? | La risposta che non ti immagini

In ogni caso, in tutte le trasmissioni, La prova del cuoco compresa, si cerca di non buttare mai degli alimenti, a meno che non siano guasti, deteriorati, parzialmente assaggiati, proprio per non dare l’idea che gli ascolti prevalgano su tutto. Il cibo è vita. Soprattutto quando si fa di tutto per non sprecarne.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here