Pif sindaco di Palermo? Il clamoroso retroscena sul volto TV

0
104

Proposta incredibile quella che ha ricevuto Pif, l’amatissimo regista e conduttore. Ad ammetterlo è proprio lui: si tratta della sua città

In questi giorni in onda quotidianamente su Rai 3, alle 20.15, con la seconda edizione di Caro Marziano, Pif è sicuramente uno dei volti della televisione italiana più apprezzati. Sempre dalla parte del più debole, si è distinto per saggezza e lucidità anche nel saper dire no e nell’esprimere idee e posizioni spesso sconvenienti.

Pif
Pif, proposta politica da Palermo (political24.it)

Pseudonimo di Pierfrancesco Diliberto, Pif è nato a Palermo nel 1972 ed è figlio di un noto regista, Maurizio Diliberto, e di una maestra elementare. La sua passione per il cinema nasce molto presto, quando lui ha solo dieci anni: dopo il diploma, quindi, si trasferisce a Londra per studiare Media Practice.

Molto attivo come autore di libri, autore di programmi TV, sceneggiatore, regista e conduttore radiofonico, negli ultimi giorni si è concesso a un’intervista su Rai 1. Qui ha ammesso di aver ricevuto una proposta incredibile, nella politica.

Pif, sindaco di Palermo? La confessione

Il primo lavoro televisivo e cinematografico di Pif arriva nel 2000, quando assiste Marco Tullio Giordana alla regia del film I Cento Passi, dedicato a Peppino Impastato. Da quel momento, non si ferma più: regista, attore, scrittore ed anche conduttore, è sicuramente un volto molto apprezzato nel panorama italiano.

Proprio pochi giorni fa, infatti, su Rai 3 è tornata la sua amatissima trasmissione “Caro Marziano“, giunta oggi alla sua seconda edizione. In onda ogni sera alle 20.15, mostra alcune speciali realtà dell’Italia in cui viviamo, scrivendo quindi all’ipotetico marziano che in futuro colonizzerà la Terra di provare a conservarle e, se riesce, di replicarle. In occasione di questa trasmissione, domenica 8 gennaio è stato ospite di Francesca Fialdini su Rai 1, dove si è raccontato in tutto e per tutto:

Proprio durante l’intervista, Pif ha ammesso di aver ricevuto diverse proposte dalla sua città, Palermo. Qui, infatti, liste di diverse provenienze politiche gli hanno più volte chiesto di candidarsi a sindaco della città, ottenendo però solo rifiuti: “Me lo hanno chiesto sia da una parte che dall’altra, secondo me non sarei capace perché quando fai l’amministratore non fai quello che vuoi fare ma fai quello che puoi” ha detto.

A suo dire, infatti, si sente molto più utile così, da normale cittadino: “Nel senso che, se c’è qualcosa che non va, non mi chiedo se quello è di Destra o di Sinistra, io vado come un treno” confessa alla Fialdini. Nella città di Palermo, le ultime elezioni comunali si sono tenute proprio nel 2022: a trionfare è stato Roberto Lagalla del Centrodestra, che ha ottenuto il 15,3% dei voti.