Alberto di Monaco, la maledizione lanciata sul suo matrimonio: l’agghiacciante retroscena

0
148

Alberto di Monaco si sta godendo questo periodo che sembra finalmente riconsolarlo dopo un anno e mezzo ricco di tensioni e nervi a fior di pelle. Ma la sua tranquillità è minata da una maledizione. Quale?

Sembra davvero la quiete dopo la tempesta. Una tempesta lunghissima, durata quasi un anno e mezzo, che ha lasciato segni sulla pelle e nel cuore del principe di Monaco. Il suo periodo di reggenza più duro, dove è stato costretto a convivere con due realtà estremamente diverse, ma ugualmente complesse.

Alberto-di-Monaco-maledizione-Political24.it
Alberto-di-Monaco-Political24.it – (Fonte: Google)

Da una lato ha vissuto, con dolore ed assoluta partecipazione emotiva, la malattia e la lunga degenza, lontana dal Principato, della principessa consorte. Dall’altro è stato costretto spesso a fronteggiare verbalmente i tanti media che continuavano a parlare di crisi irreversibile del suo matrimonio.

Ed in questo momento di serenità il principe monegasco avrebbe fatto volentieri a meno di sentir parlare della famosa maledizione. Ma di cosa si tratta esattamente?

Alberto di Monaco e quella gioia velata

La principessa Charlène sembra essere davvero ritornata la padrona di casa di Palazzo Grimaldi. E su quanto questo incida sulla vita e sui rapporti familiari all’interno del Palazzo, basti notare come la sempre maggiore presenza della principessa consorte abbia, via via, fatto scomparire la figura di sua cognata, la principessa Carolina. Le ultime apparizioni della principessa di Monaco hanno riportato il sorriso sui volti di tutti i sudditi monegaschi.

La visita di Charlène alla casa di riposo di Monaco è stato soltanto l’ultimo atto di una rinascita fisica e psicologica della principessa. Circondata da infinite attenzioni ed affetto, quel suo sorriso ha lasciato chiaramente trasparire una ritrovata voglia di vivere e di recuperare il tempo perduto a causa della brutta infezione che l’ha colpita nel suo paese natale.

E vederla così, bella, serena e sorridente avrà aperto il cuore anche al principe Alberto che, però, non dimentica quell’odiosa maledizione che dice che…

La maledizione dei Grimaldi

E nel regno delle favole, come spesso è stato descritto il Principato di Monaco, tra principi e principesse, tra intrighi di palazzo e tragedie devastanti, non poteva certo mancare una maledizione. Come ci informa di lei.it, la genesi di questa nuvola nera che si è addensata sulla famiglia reale di Monaco risalirebbe al XVIII secolo, cioè quando una giovane donna di origini fiamminghe, dopo essere stata rapita da Ranieri I, che si era innamorato di lei, è stata poi abbandonata. In quel momento, come una novella Malefica, è partita la maledizione: “Mai un Grimaldi avrà un matrimonio felice“. La preoccupazione di Alberto di Monaco è comprensibile. In questo caso verrebbe da citare Peppino De Filippo ed il titolo di una sua famosa commedia: Non è vero…ma ci credo.

Perché scorrendo la storia di casa Grimaldi degli ultimi decenni i matrimoni sono stati tutto fuorché felici. A cominciare dai genitori del principe Alberto, ovvero il principe Ranieri  e la principessa Grace Kelly, un matrimonio non sempre sereno ed interrottosi tragicamente nel 1982 con la tragica scomparsa della principessa consorte. Ci sono poi i tre matrimoni della principessa Carolina, due separazioni con un in più la tragica morte del suo secondo marito, Stefano Casiraghi. Non è stata certo più fortunata la principessa Stéphanie, unitasi in matrimonio due volte e due volte separata. Il quadro complessivo non è certo dei migliori e se si pensa soltanto a quello che veniva detto e scritto anche riguardo il matrimonio del principe Alberto e della principessa Charlène…

famiglia-reale-di-monaco-maledizione-Political24.it
(Fonte: Google)

Per cancellare tutte queste negatività, sarebbe perfetto ascoltare l’annuncio che tutti sembrano attendere con impazienza, l’arrivo di un terzo figlio per la coppia reale. Davvero il miglior antidoto contro ogni maledizione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here