Maurizio Mattioli: dall’accusa di spaccio alla grave perdita | Come ne è uscito

0
1093

Maurizio Mattioli, famoso attore comico, è conosciuto soprattutto per i suoi film esilaranti. Non tutti sanno però che nel suo passato si nasconde un controverso episodio legato a un’accusa di spaccio di droga e il dramma per la perdita della moglie. I dettagli

mattioli-spaccio-political24
Maurizio Mattioli – Political24

Maurizio Mattioli è un attore, comico e doppiatore italiano. Sbarca in televisione intorno agli anni Settanta ma raggiunge il successo solo in seguito. Negli anni Novanta infatti diventa iconico il personaggio del ‘cafone’ o il ‘burino arricchito’, interpretato in diversi film come ‘Tifosi’, ‘Vacanze di Natale ’95’, ‘Il pranzo della domenica’, ‘Un’estate al mare’ , ‘Un’estate ai Caraibi’ e ‘Sapori di te’ ma la lista è ancora lunga, contando il fatto che ha preso parte a più di 90 film.

Il comico romano nei diversi anni di attività ha anche recitato con i più grandi attori nostrani e collaborato con altrettanti registi famosi. Tra tutti ricordiamo Christian De Sica, Jerry Calà e Massimo Boldi.

La tragica perdita della moglie e la rinascita

Nella vita privata di Maurizio Mattioli oltre ai successi cinematografici c’è stato un evento che ha segnato in particolar modo la sua vita: la morte della moglie, Barbara Diviti. La donna dopo una complicanza dovuta ad un incidente non si è più ripresa e dopo sette lunghi anni di agonia e sofferenze si è spenta nel 2014.

Maurizio è riuscito a riprendersi dal grave lutto solo con la vicinanza degli amici e soprattutto grazie al lavoro di attore, che gli ha permesso di distrarsi in un momento così tragico per lui.

mattioli-barbara-political24

L’arresto per spaccio di droga

L’episodio più controverso della sua vita risale al 1995 ed è l’arresto con l’accusa di spaccio di cocaina. Proprio per questa ragione Mattioli ha passato un mese nel carcere di Poggioreale di Napoli, a cui però è seguita la piena assoluzione.

LEGGI ANCHE—-> Oggi la più amata, chi è questa bimba? | Somiglianza scioccante con la figlia

LEGGI ANCHE—-> Ornella Muti, la figlia travolta dal lutto | Il dramma di una madre

Tutto è nato da Mario Fiega, un pentito del giro dello spaccio, ma Mattioli come è stato accertato dagli inquirenti non c’entrava proprio nulla. Come ha raccontato lui stesso l’esperienza è stata sconvolgente e ha pensato di aver perso tutto e di aver messo fine alla sua carriera. Grazie a Pierfrancesco Pingitore, dopo essere stato assolto in meno di dieci minuti, l’attore ha continuato la sua brillante carriera ed è riuscito a superare l’accaduto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here