Il sito Political24.it utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata, per rendere più agevole la navigazione,garantire la fruizione dei servizi e se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Ultime News:

Cutrì: “Soddisfazione per nuova coppia Freggiargento che collegherà Lamezia con Roma”

“Esprimo particolare apprezzamento per la nuova coppia di Frecciargento che, a partire dal prossimo dieci dicembre, collegherà Lamezia Terme e la Calabria con Roma”. E’ quanto afferma il consigliere comunale di Lamezia Terme Vincenzo Cutrì, unico tra i componenti dell’Aula di Palazzo Madamme ad aver sollevato la problematica. 
“Già in un mio intervento dello scorso 27 settembre - aggiunge - avevo sollecitato Trenitalia, il presidente della Regione Mario Oliverio, le istituzioni competenti, i parlamentari della città e sentito il sindaco Paolo Mascaro, affinché venisse colmato, almeno parzialmente, un gap infrastrutturale evidente tra la Calabria, il Mezzogiorno ed il resto del Paese.  Non era, infatti, tollerabile che giornalmente una sola corsa di Frecciargento, di andata e ritorno, mettesse in comunicazione la città di Lamezia Terme, centro nevralgico della Regione, con la capitale d’Italia”. 
“Dal momento che la corsa di Frecciargento è quella a più rapida percorrenza nel tratto considerato - osserva Cutrì - avevo evidenziato l’opportunità di inserirne almeno un’altra, di andata e ritorno dalla Capitale, per rendere un servizio più efficiente ai cittadini calabresi e favorire lo sviluppo economico, sociale e culturale della nostra regione. L’esigenza rispondeva, inoltre, ad un principio di equità territoriale nel garantire i servizi ad i cittadini, dal momento che circa cinquanta corse di Frecciarossa, sia di andata che di ritorno, collegano giornalmente Roma e Milano e tanti Frecciargento facilitano collegamenti in altre parti del Paese”. 
“Oggi - conclude Cutrì - non posso che salutare positivamente la decisione di Trenitalia e l’intervento del Presidente Oliverio e del Governo e mi auguro che in futuro ci sia un progressivo miglioramento del servizio. La politica è fatta di azioni concrete per il territorio; quando queste ultime si realizzano non mi interessa guardare al colore politico di chi le esegue, ma agli effetti positivi che ne scaturiscono per la collettività e la mia città”.