Il sito Political24.it utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata, per rendere più agevole la navigazione,garantire la fruizione dei servizi e se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Ultime News:

Lamezia, gli auguri di Natale del sindaco Paolo Mascaro

Di seguito riportamo il messaggio di auguri di Natale del sindaco di Lamezia Paolo Mascaro:

"Cari concittadini,

Natale è oramai alle porte ed io voglio condividere con tutti voi la sua magia.

Anche quest’anno, come ogni anno, come ogni giorno, la speranza sopraggiunge con il pianto di gioia di un bambino che nasce sul campo di guerra, nella povertà, sui barconi dei tanti che giungono da terre lontane e sofferenti, nel cuore di chi ama.

La realtà oggi, con le tante violenze, le tante tragedie ed i tanti egoismi, impedirebbe di sognare e credere al miracolo del Natale ma io, insieme a voi, intendo operare per cercare di ridare amore alla vita ricordando che ogni respiro vitale è prodigio.

L’unico potere che abbiamo per vincere la sfida dell'oggi è la condivisione dei destini e la comunione delle opportunità. E allora, tendiamoci la mano, contagiamoci di sorrisi e lasciamo che l’io diventi davvero parte di un noi.

Non lasciamo che le festività trascorrano senza averne vissuto la grande occasione che ci offrono di accendere la speranza e senza aver assorbito l'energia positiva che solo il contatto umano può donare. 

L’annuncio che si eleva dalla mangiatoia e che risuona nella notte dei tempi è unicamente di pace e fratellanza. Questo il mio augurio: siate in pace con voi stessi e con tutti i vostri fratelli, da qualunque territorio essi provengano.

Addobbiamo il nostro spirito con il perdono, la carità, la solidarietà e con la gioia del vivere: anziani, bambini, malati e bisognosi di sostegno fisico e morale siano i primi destinatari del nostro abbraccio spirituale e corporale".