Il sito Political24.it utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata, per rendere più agevole la navigazione,garantire la fruizione dei servizi e se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Ultime News:

Crotone, secondo “appuntamento” tra gli studenti della città e Eduardo De Filippo: il dialetto, tradizione da preservare

Sono stati gli studenti dell'Istituto Paritario “Benedetto XVI” di Crotone accompagnati dalle docenti Maria Luisa Colacino, Adele Borgese, Daniela Silipo, Daniele Lorenti ad “incontrare” un grande della drammaturgia mondiale, Eduardo De Filippo, nel secondo appuntamento del progetto “Eduardo e la scoperta della pace” promosso dall'Assessorato alla Pubblica Istruzione. L'assessore e vice sindaco Antonella Cosentino ha fortemente voluto questa iniziativa che coinvolge tutte le scuole cittadine. 
Il valore della pace, della socializzazione, dello stare insieme ma anche la capacità di ascolto, la curiosità, la creatività fanno parte del percorso nel quale si intende coinvolgere gli alunni attraverso la conoscenza della vita professionale ed umana di uno dei grandi della letteratura italiana e del teatro e la lettura e l'approfondimento delle sue opere, delle sue commedie, delle sue poesie. 
Gli alunni non hanno solo avuto l'occasione di conoscere la vita e l'opera del grande scrittore ed attore ma “toccato” con mano l'arte teatrale attraverso l'incontro con Antonella Nicoletta, fondatrice della Compagnia Teatrale "Le Muse". 
Autrice di dodici commedie brillanti con la sua compagnia, insieme al marito Giorgio, Antonella Nicoletta ha coinvolto nel mondo teatrale oltre centocinquanta persone che per la prima volta si sono avvicinati al palcoscenico ed alla recitazione. 
Tra loro tanti ragazzi alla quale l'autrice ha trasmesso come ha avuto modo di illustrare agli alunni della “Benedetto XVI” la “gioia” del teatro. Commedie scritte in dialetto crotonese: “il dialetto fa parte delle nostre origini e delle nostre tradizioni culturali. E' importante che venga tramandato e il teatro è una delle forme più forti per tenere in vita la nostra “lingua” ha detto Antonella Nicoletta. Dialetto, come in dialetto scriveva Eduardo le cui commedie tuttavia non risentono di una connotazione precisa legata esclusivamente a Napoli in quanto i valori espressi sono universali. Il tempo nel corso dell'iniziativa è letteralmente volato grazie anche alla interazione e partecipazione dei giovani alunni. 
Gli studenti che parteciperanno all'iniziativa, dopo l'incontro promosso dall'Amministrazione, saranno chiamati ad approfondire il tema coordinati dalla propria docente di riferimento ed nella prossima primavera presenteranno una loro perfomace, con qualsiasi forma espressiva, in un evento finale che vedrà coinvolte tutte le scuole aderenti al progetto ed al quale parteciperà anche Luisa De Filippo, nipote del grande Eduardo e figlia di Luca, e rappresentanti della Compagnia di Teatro “Luca De Filippo” che si interfacceranno con loro.