Il sito Political24.it utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata, per rendere più agevole la navigazione,garantire la fruizione dei servizi e se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Ultime News:

Crotone: Protezione civile, riunione su rischio idrogeologico

"Le attività mirate a prevedere, prevenire e fronteggiare eventuali situazioni di emergenza connesse a fenomeni idrogeologici e idraulici nel territorio provinciale crotonese, sono state al centro a Crotone di una riunione, presieduta dal prefetto Cosima Di Stani. "La riunione - è detto in un comunicato - trae spunto dalle raccomandazioni operative dettate dalla recente circolare del Dipartimento nazionale della Protezione civile in tema di dissesto idrogeologico, a tutela della pubblica e privata incolumità, con particolare riguardo al rischio di potenziale dissesto dei territori percorsi dal fuoco nella stagione estiva che si avvia a conclusione, che ha registrato un numero assai rilevante di incendi". All'incontro hanno preso parte i rappresentanti del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, Protezione civile regionale, Centro funzionale multirischi della Calabria, Autorità di bacino regionale. Presenti sindaci e vice sindaci dei Comuni sede dei Centri operativi misti (Com) della provincia di Crotone. "Il Prefetto ha ribadito - è detto nel comunicato - la necessità di azioni sinergiche e coordinate tra tutte le componenti del sistema di protezione civile, richiamando l'attenzione sulle direttive del Dipartimento Nazionale; ed inoltre, se non ancora provveduto, sulla pulizia degli alvei dei corsi d'acqua, sulla quale attività è stata già reiteratamente richiamata l'attenzione degli Enti competenti. I sindaci dei Centri operativi misti si faranno portatori del richiamo d'attenzione del Prefetto nei riguardi degli altri primi cittadini rientranti nella competenza dei Com anche e soprattutto in ordine alla necessità di un'attenta verifica dei piani comunali di protezione civile, apportandovi i necessari e costanti aggiornamenti, anche riferiti al rischio idrogeologico correlato alle aree percorse dal fuoco. Peculiare attenzione sarà riservata, da parte dei sindaci, alle attività di informazione nei riguardi della popolazione, fornendo i necessari suggerimenti sui corretti comportamenti da adottare prima, durante e dopo un evento".