Il sito Political24.it utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata, per rendere più agevole la navigazione,garantire la fruizione dei servizi e se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Crotone, approvato il regolamento per la definizione agevolata delle controversie giudiziarie

Il Consiglio Comunale di Crotone, nella recente seduta della massima assise cittadina, ha approvato il Regolamento per la definizione agevolata delle controversie tributarie. Oggetto della definizione agevolata sono le controversie pendenti, in ogni stato e grado di giudizio, compreso quello in Cassazione e anche a seguito di rinvio, il cui ricorso introduttivo sia stato notificato entro la data del 24 aprile 2017 al Comune per quanto attiene l'ICI, l'IMU, la Tarsu, la Tari, l'ICIAP ed altri, al concessionario Akrea per quanto attiene l'imposta di pubblicità e il diritto sulle pubbliche affissioni, la tassa per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche, l'agente della riscossione Equitalia per quanto attiene la riscossione coattiva dei tributi comunali iscritti a ruolo. 
La definizione agevolata delle controversie tributarie rappresenta un’opportunità per il debitore, considerata la possibilità di ottenere anche una riduzione significativa del debito grazie all’esclusione delle sanzioni e degli interessi maturati dal sessantesimo giorno successivo alla notifica dell’atto di accertamento, oltre che delle spese di lite liquidate nelle sentenze non definitive. La domanda di definizione agevolata deve essere presentata entro il 2 ottobre 2017.
La domanda disponibile presso l'Ufficio Tributi o on line sul sito del Comune alla sezione tributi può essere trasmessa al Comune con le seguenti modalità: mediante p.e.c. All'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., a mano presso l'Ufficio Protocollo del Comune, a mezzo posta con raccomandata A.R. Il contribuente deve presentare una distinta domanda, esente da bollo, per ciascun atto impugnato, anche nel caso di impugnazione di più atti in un unico ricorso. Il testo del regolamento è scaricabile sul sito del Comune di Crotone