Il sito Political24.it utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata, per rendere più agevole la navigazione,garantire la fruizione dei servizi e se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Ultime News:

Carcere Vibo Valentia, Nesci (M5S): "La situazione sarà tenuta in considerazione da sottosegretario Ferri"

"Sul necessario aumento degli agenti della Polizia penitenziaria in Calabria, nel rispondere mercoledì 22 novembre a un mio question time sottoscritto da colleghi 5stelle, il sottosegretario alla Giustizia Cosimo Ferri ha assicurato che sarà tenuta nella massima considerazione anche la situazione della Casa circondariale di Vibo Valentia, resa delicata sia dal numero di presenze complessive sia dall’alta percentuale di detenuti in regime di alta sicurezza". Lo afferma, in una nota, la deputata M5s Dalila Nesci, che a riguardo aveva interrogato il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, anche scrivendogli una successiva nota personale per risolvere le carenze di organico nel carcere vibonese, per cui il Sindacato Autonomo della Polizia Penitenziaria (Sappe) aveva di recente protestato a Vibo Valentia. "Il sottosegretario Ferri – prosegue la parlamentare – ha inoltre riferito, rammentando che con il recente D. M. del 2 ottobre 2017 alla Calabria è stato assegnato un contingente pari a 1991 di unità di personale a fronte delle precedenti 1478, che la situazione della Casa circondariale di Vibo Valentia è da tempo all’attenzione del Ministero anche in ragione di manifestazioni sindacali che di recente hanno visto per protagonisti alcuni dipendenti della Polizia penitenziaria. Pertanto, ha esplicitato il sottosegretario, la situazione dell’istituto di Vibo Valentia sarà tenuta nella massima considerazione anche in occasione delle nuove assegnazioni di personale, ormai imminenti. Ringrazio – conclude Nesci – il Sappe e i vertici del Ministero; il primo per aver evidenziato il problema, i secondi per il preciso impegno assunto, di cui attendo riscontro".